Top

Archive

Colesterolo le differenze

Spesso si sente parlare di colesterolo buono e di colesterolo cattivo. Nella realtà dei fatti il colesterolo è qualcosa di unico che però si comporta in maniera differente in base alle proteine alle quali si associa durante il viaggio nel flusso sanguigno. La molecola di colesterolo (quindi sia il colesterolo buono che il colesterolo cattivo) è lipidica e come tutti i lipidi non è solubile in acqua e per questa ragione ha la necessità di legarsi a delle proteine che lo fanno diventare idrosolubile. Vi sono due tipi principali di proteine, le LDL e le HDL: da qui le definizioni di colesterolo buono e cattivo. Le LDL vengono definite con accezione negativa perché facilitano la permanenza del colesterolo all'interno delle arterie, ma la definizione di...

Share

Se la tiroide funziona troppo …

Gli ormoni tiroidei sono coinvolti in tutti i meccanismi metabolici dell’organismo. Ma qualche volta possono dare fastidio, o perchè troppo pigri o perchè, al contrario, troppo attivi. In quest’ultimo caso si parla di ipertiroidismo. La malattia di Graves-Basedow è la forma più diffusa di ipertiroidismo. È causata da autoanticorpi che si legano alle cellule tiroidee e che le stimolano. Si manifesta, soprattutto, nelle donne, tra i 20 e i 40 anni. Altra causa frequente di ipertiroidismo è l’adenoma di Plummer. In questo caso il fattore scatenante è un nodulo benigno che produce troppi ormoni tiroidei. L’ipertiroidismo può essere anche una conseguenza di carenza cronica di iodio alimentare, che origina il gozzo multinodulare tossico, causato da più noduli iperfunzionanti. L’ipertiroidismo si instaura lentamente e per questo...

Share

Quanto piacciono gli integratori

Integratori alimentari sempre più amati dagli italiani, tanto che nell'ultimo anno sono state addirittura otto persone su dieci ad averne fatto uso. Un mercato importante, che ha superato i 2,6 miliardi di euro, per un totale di 186 milioni di confezioni vendute, il 92% direttamente dalle farmacie. Ma quello che forse non si sa è che, secondo un recente studio, l’utilizzo nei modi giusti degli integratori alimentari consentirebbe un risparmio totale di 37,7 milioni per il Sistema sanitario nazionale, grazie alla riduzione dei giorni di malattia per infezioni respiratorie e il ridotto impiego di terapie antibiotiche nelle cure. La ricerca scientifica, in pratica, ha confermato il valore preventivo e terapeutico dei probiotici, gli effetti positivi generati dai carotenoidi, dall'acido folico, dai flavonoidi e persino le...

Share

Non dimenticare mai di bere acqua

L’equilibrio idrico del corpo richiede l’assunzione di circa 1,5 litri di liquidi al giorno. Ma durante l’attività fisica questo bisogno aumenta, perchè la sudorazione abbondante, che serve a evitare un surriscaldamento corporeo eccessivo, porta gradualmente alla disidratazione e a una minore efficienza di cellule e tessuti. Risultato? Affaticamento muscolare, debolezza, crampi, mal di testa e capogiri. Ecco perchè, quando si fa sport, è importante bere molto, senza che compaia lo stimolo della sete. È meglio bere sempre prima dell’attività fisica, in modo da prevenire un deficit idrico nell’organismo. E poi alla fine del training. Non tutti ci riescono, ma sarebbe ideale integrare la perdita di liquido anche durante la seduta di allenamento. Le quantità dipendono dallo sport praticato. Se si fa un’attività leggera basta un bicchiere...

Share

Sconfiggere i trigliceridi alti

I trigliceridi alti sono spesso responsabili di patologie come la cardiopatia ischemica, con la produzione di placche aterosclerotiche contro le quali è bene lavorare da subito. In Italia si stima che due persone su dieci devono tenere questi valori sotto controllo. Come fare? Tutto parte da un corretto regime alimentare. I primi cibi da evitare assolutamente sono quelli che per eccellenza contengono i grassi animali, e quindi margarina, burro e strutto. Ma anche salumi, carni, lardo, latte intero e formaggi stagionati. Occhio anche agli zuccheri. Il primo passo è cercare di abbassare il numero delle calorie giornaliero, dato che anche la sovrabbondanza nei pasti può tradursi in trigliceridi alti. Altra cosa che va letteralmente messa al bando sono gli alcolici. Quando si osserva la dieta,...

Share

Facciamolo per il sangue

Debolezza, pallore accentuato, accelerazione del battito cardiaco e respiro breve in seguito ad un leggero sforzo, lievi capogiri, irritabilità, piedi e mani fredde o anestetizzate, dolori al petto: se avete alcuni di questi sintomi, o anche tutti, allora il vostro problema si potrebbe chiamare anemia. Che cos'è? La componetene più importante dei globuli rossi è l'emoglobina. L'anemia si verifica quando la quantità di emoglobina (che nei polmoni si combina con l'ossigeno e lo trasporta, attraverso la circolazione, a tutti i tessuti del corpo) scende al di sotto del minimo necessario. Ne esistono diversi tipi, spesso associati anche a cause diverse, da deficienza di ferro o di vitamine a malattie croniche, o difetti genetici. L'importante è diagnosticarla presto, con l'aiuto di un medico o specialista, per...

Share

Cistite e rimedi naturali

I rimedi naturali contro la cistite sono una valida alternativa ai farmaci e agli antibiotici e un importante aiuto per sconfiggere questa fastidiosa infiammazione della vescica che colpisce prevalentemente le donne. Sono molte le piante e le erbe che possono portare benefici. Tra i vari rimedi naturali contro la cistite, più semplice e comodo da utilizzare, spicca il ricorso alla tisana di malva. Con foglie e fiori freschi di questa pianta si può realizzare un decotto oppure, con la malva essiccata, preparare un infuso, da bere più volte al giorno: grazie alle proprietà calmanti e antinfiammatorie, nei casi più lievi il sollievo può essere istantaneo. Spesso, in abbinamento alla malva viene utilizzata anche la calendula, le cui proprietà antimicrobiche si sposano alla perfezione con gli...

Share

L’importanza degli esami per le donne

Il primo pilastro della prevenzione è lo stile di vita, il secondo è sapere quali esami diagnostici si devono fare. Oltre a non fumare, mangiare correttamente e cercare di fare ogni giorno un po' di attività fisica, tutte cose che secondo alcuni recenti studi incidono sulla salute per il 40%, è fondamentale effettuare periodicamente alcuni accertamenti ed esami. Sappiamo ormai da tempo che percentualmente il tumore del seno è quello che maggiormente colpisce le donne, poi il tumore del colon-retto ed infine quello della cervice uterina. Per quanto riguarda il seno, la prima prevenzione viene proprio dalla donna che periodicamente può fare un'autopalpazione e, se riscontra qualcosa all'interno della mammella, è opportuno che esegua un'ecografia mammaria. Questa indagine, comunque, è necessario iniziarla a fare annualmente...

Share

Cervicale: un disturbo fisico ma anche emotivo.

La cervicale può essere considerata un disturbo non solo fisico, ma anche emotivo. Ma che cos'è realmente? Quando si parla di cervicale si intende, in genere, quel dolore localizzato in corrispondenza del collo, che spesso si irradia fino alle braccia e alle spalle. La motivazione può essere un colpo di freddo o una postura sbagliata, ma anche lo stress eccessivo contribuisce a questo malessere. Per stare meglio, a volte, può bastare semplicemente modificare il proprio stile di vita. Le tensioni emotive a livello corporeo vanno ad accumularsi proprio nella zona posteriore del collo. Se i dolori cervicali sono dovuti, invece, ad un colpo di freddo, che ha causato la contrattura dei muscoli, la risposta potrebbe essere la termoterapia. Seduti in poltrona, si può applicare sul...

Share