Top

Archive

Alimentazione Invernale

Con l’avvicinarsi della stagione fredda il nostro organismo diventa più vulnerabile, è quindi importante che anche l’alimentazione si adegui alle esigenze climatiche della stagione invernale. Durante i mesi freddi l'organismo ha bisogno di assumere una quantità maggiore di energia rispetto ai periodi primaverili ed estivi e questa esigenza si traduce spesso nel consumo di cibi più calorici e più elaborati. Le concessioni alimentari della stagione invernale, però, non devono comunque farci perdere di vista quelle che sono le regole base del mangiare sano, per cui è opportuno non esagerare mai con le porzioni e con i grassi, seguire sempre una dieta variata ed equilibrata, optare per condimenti leggeri e facilmente digeribili, primo fra tutti l’olio extravergine di oliva. Un’ottima fonte di energia è indubbiamente rappresentata...

Share

Carni rosse e regole per la prevenzione oncologica a tavola

Diverse ricerche scientifiche avevano già messo in luce i problemi legati a un eccessivo consumo di carni rosse e lavorate. Moltissimi dati sono arrivati negli ultimi anni ad indicare che il sovrabbondante consumo di carni rosse è connesso allo sviluppo di tumori, sopratutto dell'apparato digerente (colon prima di tutto, ma anche stomaco e pancreas). Era già apparso anche chiaro che molto dipende dal tipo di cottura: carni alla brace, affumicate, conservate, possono comportare maggiori problemi durante la preparazione. È ormai certo che le carni rosse contengono molti grassi animali che causano uno stato infiammatorio cronico e alti livelli di insulina e, dunque, favoriscono sovrappeso e obesità. Non a caso da tempo gli esperti di tutto il mondo ripetono che 4 tumori su 10 nascono da...

Share

I formaggi non fanno paura

Basta con la paura del colesterolo nei formaggi e negli altri derivati nel latte. Prodotti caseari, burro e carne rossa si posso tornare a mangiare, per fare una battuta, a cuor leggero. Lo dice pure il cardiologo Aseem Malhotra sul British Medical Journal che è arrivato il momento di finirla con il mito dei grassi saturi, che sono causa di malattie cardiache. Il tanto temuto colesterolo, infatti, non è il principale responsabile di infarti e ictus, ma i veri colpevoli vanno ricercati tra gli alimenti più diffusi dell’industria alimentare, come i grassi idrogenati, il sale, gli zuccheri. In pratica, tutti gli ingredienti che rendono più appetitosi i cibi che compriamo al supermercato. Come si sa, gli zuccheri sono alla base della sindrome metabolica, quel quadro di...

Share

Mal di testa, la cura con la salvia

È una delle erbe che per eccellenza si usano in cucina, profumata e odorosa, garantisce un tocco di classe ai piatti più saporiti: stiamo parlando delle proprietà della salvia, che vanno ben oltre la quantità in ambito gastronomico. I benefici della salvia infatti sono svariati, a cominciare dalla ricchezza di vitamine, specialmente la B1 e la C. La salvia è, inoltre, carica di enzimi, di flavonoidi e di estrogeni, tutte sostanze che stimolano l'organismo e, in funzione sopratutto alla capacità di coadiuvare la secrezione di succhi gastrici, vine considerata un ottimo digestivo, sia così com'è che in distillati leggermente alcolici. Le proprietà e i benefici della salvia sono tali che le foglie di questa pianta sono indicate anche per lenire i disturbi derivanti da ascessi...

Share

Il biologico è un’alternativa

Siamo quello che mangiamo, si sa. Il nostro benessere deriva anche da quello che portiamo a tavola. E sempre più spesso i prodotti derivanti dal'agricoltura biologica si stanno trasformando da abitudine alimentare a vero e proprio stile di vita, attraverso il quale raggiungere anche un benessere psichico, oltre che fisico. Ma quali sono gli alimenti strettamente biologici? Possono essere chiamati "bio" solo gli alimenti e i prodotti che possiedono i marchio "Agricoltura biologica". Questo marchio attesta che la produzione di questi alimenti ricorre a pratiche di coltivazione e di allevamento che rispettano l'ambiente e la salute umana e animale. La frutta, la verdura e i cerali, per esempio, derivano da sementi senza OGM e sono coltivati senza antiparassitari né concime chimico, ovviando a questo con...

Share

I colori dell’autunno contro le insidie del cambio di stagione

I primi freddi autunnali portano con se le conseguenze del fatidico cambio stagione: sensazione di stanchezza, mancanza di concentrazione, per non parlare di raffreddori, mal di schiena e dolori articolari. A tutto questo, quasi sempre, si aggiunge un aumento dell’appetito, che ci fa prendere subito qualche bel chiletto. Per contrastarli una corretta alimentazione è fondamentale: in questo periodo è particolarmente importante seguire una dieta equilibrata, basata su alimenti tipici della stagione. La frutta e la verdura autunnale e invernale ci offrono un vero e proprio arcobaleno di colori e sapori: il rosso dei melograni, il giallo delle patate, il verde delle mele, l’arancio dei cachi, zucche e agrumi. Questa varietà di prodotti costituisce un importantissimo sostegno alla nostra salute perché è naturalmente ricca di vitamine, minerali,...

Share

Frutta secca: tutti i benefici

La frutta secca è un vero e proprio toccasana sulla tavola. Noci, nocciole, mandorle, arachidi e tutti i frutti soggetti a naturale essiccazione, se consumati con moderazione, permettono infatti di godere di una serie di benefici legati alle loro proprietà nutritive. Come si diceva, però, bisogna consumarne la giusta quantità: prima di tutto perché la frutta secca ha una maggiore concentrazione di zuccheri che, a lungo andare, potrebbe risultare poco salutare; e, in secondo luogo, perché, soprattutto la frutta secca oleosa, è ricca di grassi e fa quindi ingrassare. Attenzione, però: la maggior parte dei lipidi è costituita da grassi mono-insaturi e polinsaturi, che hanno un importante azione contro il colesterolo. Così come importante è l’apporto vitaminico: le vitamine A ed E abbondano, seguite da...

Share

I dolcificanti aumentano l’appetito

Bevande diet, ovvero con una bassa percentuale di zuccheri rispetto alla versione tradizionale, uso dell’aspartame al posto del classico edulcorante, yogurt e latticini in genere con la scritta light, alimenti confezionati che pubblicizzano il mantra del “senza zuccheri aggiunti”. Un po’ tutti, dal bar al supermercato, quando dobbiamo scegliere un qualcosa, tendiamo a preferire la versione dietetica, se esiste e non altera il gusto originale. La scoperta dell’ultima ora, invece, affermerebbe esattamente l’opposto. E cioè che un uso prolungato di dolcificanti al posto dello zucchero potrebbe avere l’effetto contrario sull'organismo, aumentando persino il senso di fame tanto che è stato registrato un aumento delle calorie introdotte dopo l’assunzione di dolcificanti. La risposta di questo comportamento deriverebbe dai meccanismi che regolano il digiuno, che fanno in...

Share

Cibo scaduto, controlla l’etichetta!

Dal pomodoro che può essere usato anche dopo la scadenza, alla pasta da conservare in luoghi asciutti, al pane che può essere congelato a fine giornata. Sono molti i cibi che si possono mangiare oltre la dicitura da "consumarsi preferibilmente entro" e, per fugare ogni dubbi, il ministero della Salute, ha messo online anche un manuale, proprio per garantire da una parte la sicurezza degli alimenti e dall'altra incentivare a recuperarli riducendo gli sprechi. Nel manuale il cibo viene diviso in tre diverse categorie di rischio, ognuna con indicazioni precise. Ad esempio, quelli che hanno la dicitura "consumare preferibilmente entro" possono essere usati anche dopo la data indicata, purché ci siano alcune caratteristiche. Quindi, il cibo scaduto non deve essere sempre gettato nell'immondizia. La data...

Share

Gli squilibri causati mangiando troppe proteine

Si sente parlare spesso della dieta iperproteica per perdere peso in fretta. Ma che cos’è e come agisce sul nostro corpo veramente questa dieta? Partiamo con il dire che la dieta iperproteica è basata sull’aumento dell’apporto quotidiano della quota proteica a scapito dei carboidrati. In genere i risultati sono rapidi, ma un regime dietetico di questo tipo sottopone l’organismo ad uno stress continuo e non salutare. Avvengono così dei veri e propri squilibri. Il glucosio (ricavato dai carboidrati) è indispensabile alla sopravvivenza dell’organismo, perchè è l’unica possibile fonte di energia per il sistema nervoso centrale e per il funzionamento dei globuli rossi. In condizioni di carenza di zuccheri le cellule ottimizzano la capacità di utilizzare i grassi come fonte di energia ma questo meccanismo porta...

Share