Top

Troppo pigri sul lavoro, colpa anche della sedia

Thomas Tai / Troppo pigri sul lavoro, colpa anche della sedia

Troppo pigri sul lavoro, colpa anche della sedia

Dimagrimento & Salute

sTai-Bene_immagine-blog-sito_20-09-2018

Troppo seduti, troppo fermi, troppo pigri. Parte dalla Gran Bretagna la campagna contro la sedentarietà nei luoghi di lavoro. L’iniziative prende le mosse dai numeri di un’indagine condotta su 2 mila impiegati che lavorano a Londra. Risultato? Più di 4 su 10 (per l’esattezza il 45% delle donne e il 37% degli uomini) trascorrono in piedi meno di 30 minuti nell’arco della giornata lavorativa. Ma cosa ancora peggiore che oltre la metà mangia regolarmente alla scrivania. Non è finita: il 78% ritiene di passare troppo tempo seduto durante il giorno e quasi 2 su 3 temono che questo possa pesare sulla salute. Una paura che è più che altro una sicurezza. L’eccesso di sedentarietà porta a malattie del cuore, al diabete di tipo 2, a tumori e problemi mentali. Non c’è altra soluzione che cambiare. Ad iniziare dal provare a stare in piedi mentre siamo al telefono o in riunione. Oppure usare le scale invece dell’ascensore, pranzare lontano dalla scrivania, abbondare il computer ogni mezz’ora per sgranchirsi e per comunicare con il collega,ove possibile, andando da lui fisicamente invece di usare il telefono o la mail. Stare in piedi fa bruciare 50 calorie all’ora in più che da seduti. La vita sedentaria è oggi una delle sfide più complicate per il benessere della salute.

Thomas Tai