Top

Quanto piacciono gli integratori

Thomas Tai / Quanto piacciono gli integratori

Quanto piacciono gli integratori

Salute

sTai-Bene_immagine-blog-sito_02-08-2018

Integratori alimentari sempre più amati dagli italiani, tanto che nell’ultimo anno sono state addirittura otto persone su dieci ad averne fatto uso. Un mercato importante, che ha superato i 2,6 miliardi di euro, per un totale di 186 milioni di confezioni vendute, il 92% direttamente dalle farmacie. Ma quello che forse non si sa è che, secondo un recente studio, l’utilizzo nei modi giusti degli integratori alimentari consentirebbe un risparmio totale di 37,7 milioni per il Sistema sanitario nazionale, grazie alla riduzione dei giorni di malattia per infezioni respiratorie e il ridotto impiego di terapie antibiotiche nelle cure. La ricerca scientifica, in pratica, ha confermato il valore preventivo e terapeutico dei probiotici, gli effetti positivi generati dai carotenoidi, dall’acido folico, dai flavonoidi e persino le proprietà nutrizionali delle alghe.
Insomma, la nutraceutica, così come si chiama questa forma di terapia in gergo tecnico, può diventare parte integrante della prartica clinica in medicina generale e in parte già lo è. Ne fanno ricorso attualmente il 65% dei medici di medicina generale e il 41% degli specialisti. Ma non è ovviamente tutto da prendere alla leggera. La comunità scientifica segnala la necessità di definire specifiche linee guida per la sperimentazione dell’efficacia dei prodotti che tengano presenti le differenze tra indicazioni di tipo nutrizionale e indicazioni sulla salute. La ricerca, quindi, deve contribuire a chiarire quali siano le basi razionali, perché una stessa molecola possa avere un ruolo nutrizionale metabolico distinto da un ruolo farmacologico. Anche se va ricordato, comunque, che nella produzione d’integratori alimentari l’Italia vanta un elevato standard produttivo e un efficiente sistema di assicurazione della qualità, che li colloca ai primi posti in Europa.
Discorso a parte meritano gli integratori a base di erbe, che stanno avendo un largo consenso tra gli italiani. Le piante più amate e richieste dai consumatori sono aloe, finocchio, valeriana, ginseng, mirtillo, passiflora, melissa, guaranà, tarassaco, carciofo. Ma a piacere c’è anche l’echinacea, una pianta originaria del Nord America. Secondo i ricercatori porta benefici sulle affezioni respiratorie e più nel complesso sul sistema immunitario.

Thomas Tai

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Più Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close