Top

L’importanza degli esami per le donne

Thomas Tai / L’importanza degli esami per le donne

L’importanza degli esami per le donne

Salute

sTai-Bene_immagine-blog-sito_8_MAR_2018

Il primo pilastro della prevenzione è lo stile di vita, il secondo è sapere quali esami diagnostici si devono fare. Oltre a non fumare, mangiare correttamente e cercare di fare ogni giorno un po’ di attività fisica, tutte cose che secondo alcuni recenti studi incidono sulla salute per il 40%, è fondamentale effettuare periodicamente alcuni accertamenti ed esami. Sappiamo ormai da tempo che percentualmente il tumore del seno è quello che maggiormente colpisce le donne, poi il tumore del colon-retto ed infine quello della cervice uterina. Per quanto riguarda il seno, la prima prevenzione viene proprio dalla donna che periodicamente può fare un’autopalpazione e, se riscontra qualcosa all’interno della mammella, è opportuno che esegua un’ecografia mammaria. Questa indagine, comunque, è necessario iniziarla a fare annualmente dai 30 anni in poi. Sarà eventualmente l’ecografista a richiedere una mammografia se le immagini ecografiche non risultassero soddisfacenti. Routinariamente, invece, la mammografia è necessario eseguirla dopo i 50 anni, quando ormai la donna è in menopausa e la mammella ha subito le fisiologiche modificazioni strutturali cioè il tessuto ghiandolare mammario si è trasformato in adiposo e fibroso e quindi meglio indagabile con i raggi X. In molte ASL italiane questo esame ormai è entrato a far parte della normale prevenzione e, dopo i 50 anni, lo screening mammario viene eseguito ogni due anni gratuitamente.

Donna-prevenzione_inserto-articolo-8_MAR_2018

Già da diversi anni anche l’indagine di prevenzione del tumore del colon retto dopo i 50 anni viene effettuato gratuitamente richiedendo soltanto la richiesta del sangue occulto nelle feci. Il tumore del collo dell’utero è stato per molto tempo la causa principale di morte della donna. Oggi si assiste a una continua diminuzione di incidenza e di mortalità grazie soprattutto all’introduzione di uno strumento estremamente efficace di diagnosi precoce: il Pap Test e l’HPV-DNA test. È importante effettuarlo già dai primi rapporti sessuali perché l’agente patogeno HPV, o Herpes Papilloma Virus, purtroppo viene trasmesso con i rapporti sessuali dall’uomo che è stato infettato suo malgrado in precedenza. L’aver scoperto che questo virus è la causa del tumore ha permesso di approntare un vaccino che protegge dai ceppi più virulenti. Fin dai 12 anni le bambine possono essere vaccinate gratuitamente e in questi ultimi anni è stato preparato un vaccino che è possibile estendere anche ai ragazzi. Il Pap Test va eseguito ogni anno, e va continuato fino oltre i 70 anni perché può dare anche indicazione di un eventuale tumore dell’endometrio, membrana che riveste la cavità uterina, tumore che è più frequente in tarda età dopo la menopausa. Anche altri organi, anche se colpiti in percentuale minore rispetto ai precedenti, vanno ugualmente indagati e basta una semplice ecografia.

Thomas Tai

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Più Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close