Top

Le 10 regole d’oro per prendere il sole

Thomas Tai / Le 10 regole d’oro per prendere il sole

Le 10 regole d’oro per prendere il sole

Bellezza

sTai-Bene_immagine-blog-sito_12-7-2018

Abbronzati si è tutti più belli, dice un vecchio detto. Il punto è, però, evitare rossori e scottature, con conseguenti spellamenti, che belli non sono proprio. Con l’arrivo della bella stagione allora è bene ripassare le 10 regole d’oro per prendere il sole al meglio. Innanzitutto bisogna fare un distinguo e cioè se si hanno i capelli biondo-rossi, occhi e carnagione chiari e lentiggini, che in gergo medico si è chiamati fototipo I, oppure se si hanno capelli biondo-castani, occhi e carnagione chiari e lentiggini, e cioè se si è un fototipo II. In questi due casi le regole qui sotto elencate diventano ancora più ferree, perchè il rischio insolazione è altissimo. L’ abc da seguire per una tintarella perfetta è quella di esporsi gradualmente al sole per consentire alla pelle di sviluppare una naturale abbronzatura. Quindi, evitare di esporsi durante le ore centrali della giornata e proteggere con la crema le parti più delicate come naso, labbra, orecchie, collo, scollato, spalle e cuoi capelluto. Per i bambini l’uso della protezione diventa praticamente obbligatoria, mentre bisogna evitare l’esposizione solare diretta dei neonati fino a 1 anno di età. Nelle ore più calde, è meglio indossare indumenti o accessori per proteggersi dal sole, come un cappello con visiera, una camicia e occhiali da sole con filtro Uv 100%. Meglio approfittare dell’ombra naturale degli alberi, tettoie e ombrelloni quando si sta a lungo in spiaggia o in piscina. Riguardo alle creme ricordarsi di usare la protezione giusta e di spalmarla anche più volte al giorno mentre si prende il sole. Infine, per avere un’abbronzatura più veloce le lampade artificiali aiutano, ma non fanno bene alla pelle.

Thomas Tai