Top

Crema solare, tutti i segreti

Thomas Tai / Crema solare, tutti i segreti

Crema solare, tutti i segreti

Bellezza

sTai-Bene_immagine-blog-sito_19-07-2018

A tutti ne resta almeno un flacone nel cassetto a fine estate e quasi tutti abbiamo la tentazione di metterle in borsa con il primo sole. Quello di consumare le creme solari protettive avanzate dallo scorso anno è un rituale che si ripete da sempre. Eppure il loro uso potrebbe essere meno efficace di una crema detergente sulla pelle, perchè a distanza di mesi, sono potenzialmente prive di molte delle qualità iniziali. Basti pensare che con l’apertura e la chiusura della confezione è entrato nel tubetto dell’ossigeno, che ha alterato le proprietà della crema. Meglio buttarle nel cestino, allora, e affrontare la bella stagione con una nuova confezione. L’uomo è nato e si è evoluto sotto il sole per cui la pelle è perfettamente in grado di proteggersi dai raggi ultravioletti. Il problema nasce dallo sbilanciamento tra le caratteristiche genetiche umane e dell’ambiente. Il consiglio è, dunque, quello di esporsi con gradualità al sole e usare da subito le creme protettive. Bisogna spalmarne almeno due milligrammi per centimetro di pelle. Se dimezziamo la quantità, dimezziamo anche il fattore di protezione indicato sulla confezione. Le creme in commercio oggi sono molto evolute. Mentre quelle di una volta badavano solo a non farci scottare, quelle in vendita ora bloccano gli Uvb (cioè i raggi ultravioletti corti che provocano scottature) e limitano anche gli Uva (che producono invecchiamento e hanno un effetto oncogeno). In più contengono anche sostanze naturali che riparano la pelle danneggiata. Assolutamente vietati i rimedi fai-da-te, come quello dell’essenza di bergamotto o della miscela di olio e limone, che possono causare violente reazioni cutanee. Superati i primi giorni di sole, la pelle al sole si difende da sola inspessendosi fino a 5 volte, diventando più setosa e producendo melanina bruna, che ci ripara dai raggi solari. Ma non per questo possiamo eliminare le creme protettive.

Thomas Tai

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Più Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close