Top

I formaggi non fanno paura

Thomas Tai / Alimentazione  / I formaggi non fanno paura
thomastai i formaggi non fanno paura

I formaggi non fanno paura

Basta con la paura del colesterolo nei formaggi e negli altri derivati nel latte. Prodotti caseari, burro e carne rossa si posso tornare a mangiare, per fare una battuta, a cuor leggero. Lo dice pure il cardiologo Aseem Malhotra sul British Medical Journal che è arrivato il momento di finirla con il mito dei grassi saturi, che sono causa di malattie cardiache. Il tanto temuto colesterolo, infatti, non è il principale responsabile di infarti e ictus, ma i veri colpevoli vanno ricercati tra gli alimenti più diffusi dell’industria alimentare, come i grassi idrogenati, il sale, gli zuccheri. In pratica, tutti
gli ingredienti che rendono più appetitosi i cibi che compriamo al supermercato. Come si sa, gli zuccheri sono alla base della sindrome metabolica, quel quadro di sintomi, dall’obesità alla glicemia alta, che comporta un alto rischio per il cuore. Ma allora da dove è nata questa paura per i formaggi? Il tutto ha inizio nel 1970, quando i ricercatori di allora trovarono una correlazione tra livello di colesterolo, quantità di grassi saturi nella dieta e malattie cardiache. Da qui il consiglio di tagliare il più possibile i grassi nell’alimentazione a partire da quelli saturi, che sono la causa del colesterolo. Studi più recenti, invece, non hanno più trovato la tanto temuta correlazione con il rischio cardiovascolare. Addirittura, in alcuni casi risulterebbero pure protettivi per il cuore se assunti con i latticini. Ecco perché una dieta troppo povera di grassi saturi produce esattamente il contrario dell’effetto sperato e cioè minimizza la spesa del metabolismo e fa aumentare la  resistenza all’insulina, che può portare al diabete.

Thomas Tai

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Più Info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close